Zero Waste July // I miei propositi

by - 12:25



Oggi vi parlo della filosofia Zero Waste, o meglio, degli impegni che voglio prendere per cercare di ridurre il consumo di plastica.
Non sono un’esperta e anzi sto muovendo i primi passi in questa direzione ed è proprio per questo che ve ne voglio parlare, magari potreste iniziare questo cammino insieme a me o darmi i vostri consigli e suggerimenti che sono sicuramente ben accetti.

Tutto deve iniziare dalla consapevolezza.

Guardando il mio secchio della plastica ogni giorno pieno stracolmo mi chiedo se è davvero necessario consumare tutto quel volume di rifiuti plastici.
Dove vivo io non ci sono grandi possibilità di acquistare prodotti sfusi o alla spina, evitare la plastica è veramente molto difficile.
Ci sono però misure che si possono adottare al fine di ridurre. E se tutti nel nostro piccolo prendessimo alcuni di questi accorgimenti sarebbe già un grande passo avanti.


  1. UTILIZZARE BORSINE DI COTONE
    Questo lo faccio ormai da parecchio, ho alcune borse di grandi dimensioni e altre più piccine che ho acquistato o ricevuto nel corso degli anni. Le più grandi le tengo nel baule dell’auto, pronte per quando vado al supermercato, le più piccole sono nel cassetto della cucina, una sempre con me in borsetta. Sicuramente usare queste anzichè le borse in plastica è un buon punto di partenza.
  1. USARE BOTTIGLIETTE RIUTILIZZABILI
    Per evitare le bottiglie usa e getta in plastica (che nel mio caso sono quelle che occupano il maggior volume dei miei rifiuti) si possono utilizzare le bottigliette in acciaio (tipo le 24 bottles) che sono anche esteticamente più belle. Vicino a casa ho una sorgente urbana, che permette di prelevare gratuitamente acqua naturale e a 5 centesimi al litro acqua gassata refrigerata. Nel prossimo futuro il mio proposito è quello di utilizzarla maggiormente, non solo quando sono fuori casa ma anche per il consumo quotidiano domestico.
    E' già un po' che esco con la mia bottiglia termica e prima di andare al lavoro mi fermo a riempirla alla sorgente, anche mio marito ha preso l'abitudine di fare lo stesso.
  2. MAGGIORE UTILIZZO DI SAPONETTE
    Quante volte a casa uso il sapone liquido perché più comodo? E’ più pratico, senza dubbio, ma le saponette permettono a lungo andare un bel risparmio di plastica. Se considerate poi che spesso i saponi liquidi hanno confezioni piccole pensate in un anno a quanto risparmio.. Anche a livello di spesa, non solo di plastica.
    Il mio impegno è usare più saponette e meno detergenti liquidi.
  3. CONSAPEVOLEZZA IN CUCINA
    Anche in cucina è possibile ridurre gli sprechi, cercando di evitare prodotti usa e getta come bicchieri, piatti in plastica e cannucce (tempo fa avevo letto di persone che usano nel quotidiano questo tipo di prodotti per evitare di lavare i piatti). Si possono usare per la dispensa barattoli in vetro, recuperati da marmellate, sughi, conserve e prediligere prodotti naturali, come le pellicole in cera d'api riutilizzabili (ve ne parlerò presto) oppure può essere una buona alternativa l'uso dei prodotti Rotofresh della linea natural (carta da fono, pellicola mais, biocontenitorii e sacchetti) che sono compostabili.
Sono tanti i modi in cui possiamo ridurre l'utilizzo di plastica e ogni passo, anche piccolo, può fare la differenza.
Questi sono i miei propositi nell'immediato futuro. Tra qualche mese vi farò sapere come mi trovo e se ho ottenuto dei miglioramenti e se ho fatto dei progressi.
Se vi va di lasciarmi la vostra esperienza lasciate un commento, sarei motlo felice di leggerlo.

Buon sabato!



You May Also Like

0 ♥ Commenti